REACT Lombardia

React Centro Studi GISED

Non solo farmaci, a volte

Pubblicata il 02/12/2013

Gravi reazioni cutanee possono insorgere, in alcuni casi, per fattori diversi dai farmaci. Una review pubblicata su Eur J Dermatol raccoglie le principali segnalazioni di casi di gravi reazioni cutanee associate a sostanze contenute nel cibo, in alcuni tipi di piante, uso integratori alimentari, punture di ragni o sostanze chimiche per uso professionale. Alcuni casi di "eritema fisso"sono stati associati all'ingestione di acqua tonica contenente chinina solfato, di radici di liquirizia o altri cibi quali fragole, patatine, asparago, anacardi, lenticchie, alcuni tipi di pesce.

Reazioni dovute all'ingestione di piante non per uso alimentare comprendono:

  • Due casi di AGEP: uno in seguito all'ingestione di un decotto di foglie di Gingko biloba, e uno relativo ad una tisana (Boldoflorine®), con proprietà lassative e stimolanti composta da 12 erbe tra cui risultavano positive al patch test foglie di Enula campana (Inula helenium), frangola (Rhannus frangola) e Senna (Cassia angustifolia). (In Pubmed è descritto un altro caso di SJS associato all'uso di Gingko biloba).
  • Casi di SJS/TEN per uso di olio, ottenuto dai semi di Nigella sativa (pianta della famiglia delle Ranunculaceae) nel trattamento di malattie quali rinite allergica ed eczema. I pazienti avevano ingerito l'olio e usato lo stesso per via topica.
  • Casi di TEN attribuiti all'uso di Iperico o erba di San Giovanni, una pianta medicinale indicata per il trattamento di disturbi dell'umore (ansia, depressione).


Reazioni dovute all'ingestione di integratori alimentari comprendono:

  • Un caso di AGEP in seguito ad ingestione di cromo picolinato, che avrebbe un effetto positivo sui livelli di zucchero e colesterolo nel sangue, servirebbe per rafforzare il tono muscolare e ridurre i grassi nelle diete.
  • Un caso di AGEP in seguito all'ingestione di zinco contenuto in un integratore alimentare.


Reazioni indotte da punture di ragni:

  • Molti casi di AGEP sono stati segnalati in varie nazioni. La specie di ragno spesso associata alle reazioni cutanee appartiene al genere loxosceles.
  • Gravi reazioni cutanee associate all'uso professionale di tricloroetilene, un solvente molto usato fino alla metà degli anni 80, poi proibito ed adesso ritornato in uso. I casi comprendono SJS/TEN e, più recentemente, DRESS.


La review non comprende i casi di reazioni associate ad infezioni soprattutto di origine virale o i casi di AGEP correlati ad avvelenamento da mercurio (1).

  1. Raison-Peyron N. "Cutaneous adverse drug reactions" are not always drug-induced. Eur J Dermatol. 2013;23:439-42.

Facebook Twitter Google+ LinkedIn Email